Torniamo in SSTV e voi ?

Salve e ben venuti nel più eccitante dei modi di trasmissione dei radioamatori di oggi. Bene, questa è la mia opinione ovviamente ma penso che se vi lascerete attrarre dalla SSTV, scoprirete di essere d’accordo con me. Sono passati molti anni da quando lavoro in SSTV e pertanto penso che troverete anche voi che questa modalità si impara facilmente.

La prima cosa che mi preme sottolineare è che questa introduzione non è intesa per essere una guida definitiva alla SSTV. Limiterò gli scopi della trattazione ai sistemi Windows basati su decodifica tramite schede audio e impostazioni generali della stazione e procedure operative.
Ci sarà un accenno di teoria unicamente dove necessario e quello che leggerete solo le opinioni personali dell’autore.

Se vorrete imparare di più sulla SSTV e sulla storia dei sistemi che venivano usati nel passato, vi consiglio di consultare le pagine web su internet. Una cosa che voglio menzionare è che sarebbe impossibile per me coprire ogni aspetto delle impostazioni dei vari programmi pertanto discuterò di questi argomenti in modo generalizzato. Incoraggio chiunque a indirizzare problemi specifici a gruppi su yahoo o ai forum dedicati al programma in uso. In zona usiamo la frequenza 28.680Mhz e Il software è MMSSTV, potete scaricarlo qui: https://hamsoft.ca/pages/mmsstv.php?dwn=42fbbf559226b37


Le basi


Iniziamo questa parte della discussione con qualche grattacapo sulla televisione convenzionale (la Fast Scan TV, ovvero la televisione a scansione veloce). Un segnale televisivo standard occupa più di 5 megahertz di larghezza di banda ! Una enormità. Ovviamente per inviare qualsiasi tipo di video sulle affollate bande HF, avremmo la necessità di un approccio differente. Questo approccio è appunto la Slow Scan Tv (ovvero la televisione a scansione lenta). La SSTV occupa la stessa quantità di larghezza di banda un tipico segnale in SSB. Si sono dovuti accettare dei compromessi per poter arrivare a questa riduzione di banda passante, il più significativo è che immagini video in movimento non sono possibili. Ad ogni modo se considerate che un segnale SSTV potrebbe essere ricevuto in tutto globo e anche in zone DX, è un compromesso accettabile. Per altro un aspetto positivo è che si possono sviluppare delle interessanti immagini grafiche molto creative con singoli fotogrammi.

Un segnale SSTV consiste di un tono audio ad ampiezza costante che varia unicamente in frequenza. Una spiegazione molto semplice di come funziona può essere che i toni acuti sono usati per rappresentare le aree più luminose e i toni bassi sono per le aree più scure. Spiegazioni più approfondite esulano dalla trattazione di questo documento.

Ci sono molti modi differenti di trasmissione in SSTV, ma i due che meritano maggiore considerazione sono Scottie-1 e Martin-1. Scottie-1 è stato il modo di trasmissione più popolare negli Stati Uniti mentre Martin-1 è stato il più popolare in Europa. Una ulteriore considerazione deve essere fatta su Scottie-2 e Martin-2; versioni velocizzate di S1 e M1, sono maggiormente utilizzati in Vhf e Uhf specie sui ripetitori SSTTV. Un pò di risoluzione e di qualità delle immagini viene sacrificata in favore del più breve ciclo di impiego, questo specialmente per quei ricetrasmettitori in FM che non sono progettati per un ciclo d’uso continuo al 100% e che non hanno la predisposizione per poter ridurre la potenza in uscita.

 151 total views

BrandMeister Nuova funzione DMR Servizio SMS ora lo puoi abilitare nel tuo Self-Care!

Se hai trovato scomodo poter ricevere SMS solo quando la tua radio DMR è accesa , all’interno della copertura del ripetitore/hotspot e non occupata … Brandmeister ha una soluzione!

Grazie al duro lavoro di Artem e del team di beta test di Brandmeister, ora hai la possibilità di attivare ” Cattura testo ” nel tuo SelfCare , una funzione che memorizzerà i messaggi di testo che ti vengono inviati se la tua radio non è raggiungibile al tempo di invio e ritardare la consegna fino a quando il tuo RadioID non diventa attivo sulla rete Brandmeister DMR.

Requisito importante

Affinché questa funzione funzioni, è necessario assicurarsi che la radio invii una conferma di ricezione SMS alla rete BrandMeister. In caso contrario, BrandMeister continuerà a inviare i messaggi e sarai spammato!

Quindi, prima di attivare questa funzione, assicurati che il produttore della tua radio abbia implementato il riconoscimento SMS e di aver abilitato questa funzione nel tuo codeplug . (Forniremo uno strumento basato sul Web per aiutarti a verificare se la tua radio riconosce correttamente. Resta sintonizzato!)

Come funziona?

Illustrazione di una radio DMR che invia un SMS a un’altra radio sulla rete Brandmeister

Per impostazione predefinita, Acquisizione testo è disattivata. Quando qualcuno invia un SMS al tuo RadioID, se il mittente e il destinatario non si trovano sulla stessa frequenza e fascia oraria, il messaggio viene instradato al server principale Brandmeister dove il tuo radioID è stato visto l’ultima volta e inviato tramite lo stesso ripetitore/hotspot che stavi utilizzando . Se la tua radio lo riceve, bene. In caso contrario, è perso e non verrà riconsegnato

Instradamento SMS Brandmeister quando l’acquisizione di testo è disattivata

Una volta attivata la funzione di acquisizione del testo nel tuo SelfCare, qualsiasi chiamata dati inviata al tuo radioID (inclusi SMS, IRS, ecc.) sarà gestita da BrandMeister. Quando un SMS viene inviato al tuo RadioID, Brandmeister catturerà il messaggio, invierà una conferma al mittente, tenterà di consegnarlo alla tua radio e attenderà che confermino la ricezione dell’SMS . Se non viene ricevuta alcuna conferma, Brandmeister continuerà a inviare il messaggio su base regolare fino al ricevimento della conferma, per una durata massima di 7 giorni . Dopodiché, il messaggio verrà eliminato e non c’è modo di recuperarlo.

instradamento SMS Brandmeister quando Text Capture è attivato

Ancora una volta, è importante tenere presente che una volta attivata la funzione, la radio riceverà solo le chiamate dati avviate da Brandmeister.

Eccezioni

La funzione store-and-forward funziona solo con gli abbonati Brandmeister.

  • Gli SMS provenienti da servizi esterni (come servizi SMS automatizzati, messaggi DAPNET, ecc.) vengono inviati direttamente al destinatario.
  • Gli SMS non possono passare attraverso gateway con altre reti DMR.

Attivazione e disattivazione di Cattura testo

  • Accedi alla tua pagina di BrandMeister
  • In alto a destra della pagina, fai clic sul tuo nominativo e seleziona “Selfcare”

Attiva o disattiva l’opzione “Acquisizione testo”:

 256 total views

L’Inquietante storia della radio fantasma Russa che trasmette ininterrottamente dal 1982, ma nessuno ne conosce il motivo.

Un curioso ronzio trasmesso per quarant’anni, interrotto da pochi mesi, da una voce che comunica un messaggio in codice. È il mistero di UVB-76. Nessuno conosce lo scopo esatto della trasmissione, né di decifrare l’enigmatico messaggio in codice. Le teorie predominanti suggeriscono che si tratti di una stazione radio utilizzata a scopi militari. Altri pensano che potrebbe essere un conto alla rovescia in grado di scatenare una Guerra Nucleare. Il segnale intermittente è trasmesso sulla frequenza HF di 4625 kHz e può essere ascoltato da chiunque, anche on-line, utilizzando uno dei flussi in streaming disponibili: collegatevi al sito dell’Università di Twente:

http://websdr.ewi.utwente.nl:8901 e inserite la frequenza di 4625 kHz.

Così, mentre si ragiona sulla sua origine, la posizione e la storia, il vero scopo dei messaggi cifrati rimane sconosciuto. Al momento, non ci sono elementi sufficienti per stabilire se davvero si tratti di una trasmissione militare, un conto alla rovescia o semplicemente una bufala….in ogni caso, la radio fantasma russa, pare sia davvero destinata a restare un mistero…

 155 total views

Guida all’ascolto del DRM (Digital Radio Mondiale)

1. Che cosa è il DRM – Come è nato lo standard Digital Radio Mondiale

Il DRM (acronimo di Digital Radio Mondiale) è l’unico sistema mondiale di trasmissione digitale non proprietario previsto per le onde corte, medie e lunghe ed in grado di utilizzare le stesse frequenze attualmente assegnate al servizio di radiodiffusione in AM nello spettro fino a 30 MHz.

Il DRM venne alla luce durante un incontro a Parigi nel settembre del 1996, tra alcune delle più grandi emittenti e costruttori di apparti, vi erano rappresentanti di Radio France, Deutsche Welle, Voice of America e Thomcast. Durante questo raduno tutte le parti concordarono su un punto: i giorni per la radiodiffusione, sia nazionale che internazionale, con la tradizionale modulazione AM sotto i 30 MHz, erano vicini alla fine.

Da questo incontro e da successivi incontri nacque un nuovo organismo, DRM (Digital Radio Mondiale), i cui obiettivi sono:

  • Formulare un progetto per la radiodiffusione digitale nelle onde corte e medie , in modo da definire degli standard mondiali che possano guidare il mercato e l’orientamento dei potenziali utenti.
  • Facilitare la diffusione della tecnologia digitale di modulazione di ampiezza QAM in tutto il mondo

Questa tecnologia, che ha ricevuto l’approvazione del noto organo di standardizzazione International Telecommunications Union (ITU), promette l’inizio di una nuova era nella qualità del suono in broadcasting per trasmissioni a lungo, medio o corto raggio.
Ad oggi il DRM è l’unico standard universale, non proprietario, con qualità pari a quella MP3, che può integrare dati e testo visualizzabili su display.

Ed è progettato per impiegare una canalizzazione basata su segnali di 9/10 kHz di larghezza di banda, ma può impiegare larghezze minori o sfruttare anche larghezze di banda maggiori.

Può essere impiegato per ricevitori radio fissi e mobili, autoradio, PDA e ricevitori software. Impiega la modulazione COFDM, quindi tutti i dati sono distribuiti su portanti ortogonali tra loro, il cui numero varia in funzione della banda disponibile e del grado di protezione dai disturbi richiesto al segnale. Può impiegare codifiche audio MPEG4 AAC per una qualità migliore, CELP per il parlato, HVXC per un bit-rate minimo.

E’ possibile ricevere queste stazioni utilizzando un software sul pc collegato tramite cavo USB direttamente su una Radio HF ICOM IC-7100, IC-7300 senza fare nessuna modifica e senza usare nessuna interfaccia. Se siete interessati scrivete a: cisar.assisi@gmail.com. 73!

 213 total views

WorldWide TG-91 Checkin DMR Rete BrandMeister

Per gli utilizzatori del sistema DMR su rete BrandMeister, si rammenta che nella giornata di oggi 04/12/2021, vi è l’appuntamento settimanale alle ore 16:00 UTC, con il WorldWide checkin sul TG-91. A tale scopo, è possibile utilizzare, il ripetitore della sezione, freq. 430.900, shift +5Mhz 73! ..e “No traffic for the net”.

 185 total views,  1 views today