Che cos’è il DMR

Il Digital Mobile Radio (DMR) è uno standard aperto di comunicazione radio definito nell’ European Telecommunications Standard , usato in prodotti commerciali da diverse aziende nel mondo. Nel DMR viene utilizzato il vocoder AMBE2+ ed una tecnologia di accesso alla risorsa TDMA su due slot in un canale, avente larghezza di banda di 12.5 kHz. Alcuni degli standard per le comunicazioni digitali, in modo del tutto simile al DMR, utilizzano il vocoder AMBE2+ per la codifica vocale, mentre per l’accesso alla risorsa, sfruttano la moltiplicazione e divisione di frequenza (FDMA) creando così, due slot dedicati rispettivamente, alla voce e alla trasmissione dei dati. La sua semplicità nell’implementazione, a fronte di costi relativamente sostenuti, l’hanno reso molto popolare nella comunità dei radioamatori.

Le specifiche tecniche sono definite dalla ETSI, nella TS 102 361, suddivisa in 4 parti:

  • Parte 1 Air Interface Protocol
  • Parte 2 Voice and General services and facilities
  • Parte 3 Data Protocol
  • Parte 4 Trunking Protocol

Lo standard opera entro la larghezza di banda di 12,5 kHz, nel rispetto della canalizzazione vigente nella maggior parte dei Paesi, sfruttando la tecnica di accesso alla risorsa denominata TDMA o moltiplicazione a divisione di tempo, creando due slot temporali della durata di 30 ms. La modulazione utilizzata è una 4-FSK e la gamma di frequenza di eventuale utilizzazione, può spaziare da 30 MHz a 1 GHz.

Lo standard pubblicato nel 2015, ha subito diverse revisioni, a seguito della scoperta di difetti, evidenziati in fase di realizzazione e implementazione dei dispositivi. Tali revisioni comportano generalmente un aggiornamento del firmware dei dispositivi in uso.

 581 total views,  2 views today